fregi cmp
_IMG_2047 c

I nostri vini sono tutti prodotti e imbottigliati all’origine in filiera completa. Non compriamo uve, né mosto, né imbottigliamo vini di cui non conosciamo la storia di ogni singolo acino.

Torre Bollita

torre bollita cc (1)

Un sorso che inizia con il profumo appassionante di frutti rossi maturi e arriva al palato con la corposità di uve recise da vigneti rigogliosi esposti a sud. Un vino dal color rubino, affascinante risultato di un blend di uve Cabernet Sauvignon, Primitivo e Merlot, che racconta la forza di quelle guarnigioni aragonesi per le quali, nel Cinquecento, fu eretta, a difesa delle popolazioni sul Mar Jonio, la Torre Bollita, oggi nella tenuta della famiglia Battifarano.

Vai alla scheda tecnica

Le Paglie

Aromi fruttati si liberano nei calici con armonie sorprendenti. Il colore giallo brillante e le sfumature di verde raccontano la vita ritrovata di vigneti e zolle che, dopo un glorioso passato di agricoltura millenaria, conobbero secoli di paludi. La bonifica integrale della contrada detta “Paglie di Battifarano”, ultimata negli anni Cinquanta del Novecento, ha riportato ai fasti di un tempo questi terreni rivolti verso il mare che oggi generano uve Greco ricche di corpo e personalità.

Vai alla scheda tecnica

LE PAGLIE CC (1)

Akratos

akratos primitivo cc (1)

Spezie della macchia mediterranea con essenze di bacche rosse per il profumo pieno di un vino rosso decisamente strutturato, ottenuto da uve Primitivo, tradizionalmente usate per la festa della vendemmia. Un vino da simposio, quasi cerimoniale, àkratos oinos, come lo chiamavano gli antichi Greci e gli Enotri, vissuti in questa fascia di terra dove da secoli opera la famiglia Battifarano. Un vino puro, pregiato, che nell’antichità poteva essere bevuto solo dal potente dio Dioniso, mentre ai comuni mortali era concesso misto ad acqua.

Vai alla scheda tecnica

Akratos

Fiori e frutta fresca per un rosato brillante e corposo ottenuto da uve Primitivo lasciate a macerare per almeno ventiquattro ore. Quella del Primitivo è stata la prima uva rossa a essere raccolta nel Sud Italia e dava tradizionalmente inizio alla festa della vendemmia. L’Akratos Rosato è un vino dall’anima celebrativa, fresco ma persistente all’assaggio, che porta il nome di quell’oinos puro, senza aggiunte di acqua, riservato al dio Dioniso dagli antichi Greci che hanno impresso profonde tracce nella tenuta Battifarano.

Vai alla scheda tecnica

akratos rosè cc (1)

Toccacielo

toccacielo bianco cc

Note fruttate di banana e di mela golden che si annunciano con il colore paglierino già al primo sguardo. Uno Chardonnay dal sapore pieno delle calde estati del Sud e testimone del fresco torrente Toccacielo che attraversa i vigneti della tenuta Battifarano prima di sfociare nel mar Jonio. Un nome che
è già la promessa di un vino corposo e dal buon grado alcolico e che ben si accompagna alla buona cucina italiana.

Vai alla scheda tecnica

Toccacielo

Aromi dalle forti componenti vinose per un vino tannico, dal colore rosso rubino, intenso e brillante. I vigneti di Merlot della tenuta Battifarano, estesi su terreni argillosi-limosi esposti a sud, garantiscono corpo e buon grado alcolico a questo vino che ben si accompagna alla cucina italiana. Toccacielo è il nome del torrente che attraversa la contrada di origine ma anche una promessa già dal primo sorso.

Vai alla scheda tecnica

toccacielo rosso cc

Lunaria, le grappe

lunaria bianca

Le grappe Lunaria, la bianca e la barricata, sono distillate artigianalmente in caldaiette di rame con il sistema tradizionale discontinuo a vapore. Il loro sapore pieno arriva dalle migliori vinacce delle nostre uve Greco, prodotte e fermentate nella Masseria Battifarano.

lunaria grappa